Vans ci stupisce con la collezione “Vault”.

Anni ’50, California; sole, mare e gioventù. Cosa vi viene in mente? Beh, è un rebus un po’ complesso, ma lo svelo io: parliamo dello skateboard!

Ebbene si, questo sport nasce proprio in California per permettere ai surfisti di mantenersi in allenamento anche in assenza d’acqua. Sport che poi ha fatto il giro del mondo, tanto da essere terreno fertile di idee per diversi brand d’abbigliamento.

Uno fra questi brand è sicuramente Vans. La Van Doren Rubber Company, meglio conosciuta come Vans nasce negli Stati Uniti come fabbrica di scarpe, ma ben presto decide di allargare gli orizzonti e progettare anche abbigliamento e tavole da skate. Diventa subito internazionale e ci mette poco per arrivare in Giappone, proprio dove l’artista Takashi Murakami se ne innamora, tant’è che inizia ad indossare le slip-on Vans tutti i giorni per 15 anni. Non si è mai reputato un fan del marchio, ma in un’ intervista decide di dire liberamente che uno dei brand con i quali gli piacerebbe collaborare maggiormente, è proprio Vans. Questa intervista capita proprio sotto gli occhi di uno dei fondatori di Vans, il quale decide di recarsi personalmente in Giappone e chiedere all’artista Murakami di dar vita ad una collaborazione: e così fu.

Fortunatamente, dall’incontro dei due, nasce una collezione inedita e stupenda di Vans.

Ma chi è Takashi Murakami?TakashiMurakami Beh, per chi non lo sapesse è un artista, scultore e pittore contemporaneo giapponese. Murakami è famoso a livello internazionale e ha fatto degli stili e delle icone care all’iconografia del suo Paese, il tema principale delle sue opere. Proprio per questa ragione l’artista viene apprezzato maggiormente dal pubblico occidentale. I Giapponesi, infatti, quasi lo odiano perchè pensano che egli stia “rubando” lo stile “nerd”(pop art e arte fumettistica) giapponese, per esportarlo in tutto il mondo. Effettivamente il suo stile è tipico dei fumetti e delle anime giapponesi.

Per la collaborazione con Vans, Murakami decide di partire da un piccolo disegno di un fiore per poi riprodurlo e crearne un bellissimo pattern. Ma non si ferma qui, effettua la stessa identica procedura scegliendo questa volta un teschio. Fiori e teschi, sono questi gli elementi che l’artista sceglie di riprodurre. Dietro questi simboli, all’apparenza normali, si nasconde un significato profondo: la vita e la morte; la positività e la negatività. 

Il fiore simboleggia la vita, la positività, l’aria. Il teschio la negatività, la privazione d’aria. Questi temi sono ricorrenti nei suoi lavori, perchè sono una cosa onesta, molto spirituale, molto primitiva. Murakami dice in un’intervista: 

Per esempio, il terremoto giapponese e lo tsunami, una dimostrazione di come la natura possa uccidere migliaia di persone. Ricordo di aver visto dei ragazzini in un documentario TV dopo il disastro, l’intervistatore diceva “dov’è il tuo papà?” e il bambino indica il cielo e dice, “tra le stelle.” E’ molto primitivo, questa specie di cosa naturale, spirituale, i genitori sono morti ma il bambino non piange, crede che i genitori siano nel cielo. Ma è scioccante questa cosa, perché è un disastro naturale, non una guerra, è la natura che si prende la vita, e le persone non possono fare nulla, è molto triste.

Ed è per questo che decide di trattare temi molto forti ma ricorrenti. E visti i temi, tutt’altro che frivoli, Murakami decide di alleggerire il suo lavoro per Vans utilizzando la vernice spry. Ma anche qui Egli attribuisce un significato: nulla è lasciato al caso. La vernice spry è simbolo di quotidianità, di coraggio, di istintività. Si pensi ai messaggi lanciati durante cortei rivoluzionari o messaggi scritti sui muri: tutti sono scritti con della vernice spry. Murakami sente queste emozioni semplici come motivazione per le sue opere. Infatti dice:

volevo essere vicino a questo sentire attraverso l’uso della vernice spry. Vicino a questa sensazione di vuoto e purezza.

E così da vita a “Vault by Vans”, facendo arrivare le sue stampe distintive con teschi e fiori sulle altrettanto distintive Vans slip-on per una collaborazione in edizione limitata, che ha venduto tutto quasi istantaneamente e ha visto a Londra persone fare la fila per tutto l’isolato pur di comprarle. Dal successo delle scarpe slip-on, subito andate a ruba in tutto il mondo, Vans e Takashi Murakami hanno esteso tale collezione anche all’abbigliamento e i vari accessori skater.

valut by vans


murakami- vans


t-shirt vans e murakami


Vault by vans tavole da skate


COLLEZIONE “VALUT” CON TESCHIslipon-gold-skull

murakami TESCHImurakami-slipon TESCHI


COLLEZIONE “VALUT” CON FIORIFLOWERS

murakami SLIPON FLOWERS

murakami slipon FLOWERS2

Che dite, non è una collezione meravigliosa?

Come sempre, per una maggiore comprensione, vi lascio due splendidi video! Ci vediamo al prossimo articolo!

 

Annunci

La maison Louis Vuitton si tinge di pois.

Louis Vuitton, un nome una garanzia. Sono certa che nella vostra mente avete già ben presente di cosa sto parlando, del marchio famoso in tutto il mondo con il suo pattern indistinguibile. Beh, chi non desidera una borsa Louis Vuitton? Conosciuta in tutto il  mondo, la Maison parigina è una delle case leader nel mondo della moda internazionale e i suoi prodotti comprendono, oltre alle valigie di lusso, scarpe, orologi, gioielli, accessori, occhiali da sole e libri. La sua valutazione nel 2012 è di 25.9 miliardi di dollari. L’azienda spicca il volo con l’arrivo di un nuovo direttore artistico: Marc Jacobs. Nel Marzo del 1998, Marc ha progettato e introdotto la società prima linea di “prêt-à-porter” di abbigliamento per uomo e donna. Sotto la guida di Jacobs l’azienda ha stretto collaborazioni importanti con artisti come  Takashi MurakamiYayoi Kusama e ultimamente con Jeff Koons. Louis Vuitton dimostra, così, la sua grande passione per il mondo dell’arte

Per questo, la collaborazione principe con il mondo dell’arte contemporanea è sicuramente rappresentata dalla collezione “tutta pois” stretta con l’artista giapponese Yayoi Kusama.  Così, la casa di moda si dipinge di pois, elemento rappresentativo di Kusama. I colori e le forme tipiche dell’artista incontrano accessori e la moda di Louis Vuitton, in una collezione tutta contemporanea e dal fascino unico. La collezione di Louis Vuitton e Yayoi Kusama è una delle collaborazioni più importanti che siano mai state realizzate, un incontro tra moda e arte espresso ai massimi livelli, non somiglia a niente che sia stato fatto in passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa collaborazione è un percorso che Marc porta avanti da molto tempo:

“E’ il continuum di un percorso che ho iniziato quando sono approdato qui: la concezione dell’arte come forma di collaborazione e confronto tra vari artisti”. 

La collezione comprende pezzi iconici di Louis Vuitton reinterpretati dalla Kusama che ha lavorato sulle creazioni più emblematiche del direttore creativo. Kusama ha utilizzato le tematiche a lei più care come i pois, i “nervi” biomorfici (nerves), la rete infinita (infinity nets), i fiori (flowers) e le zucche (pumpkin) per dare una nuova veste ad accessori della maison, dalle borse più note, alle scarpe, passando per gioielli e orologi.Su L’artista ha dipinto i suoi celebri pois con colori intensi e forti, abbinando il bianco al rosso, nero, blu e nella versione giallo e nero. 

#RED COLLECTION 

#YELLOW COLLECTION

#BLACK AND WHITE COLLECTION

La collezione, a loro volta celebrazioni dell’artista con decorazioni a lei ispirate, è l’occasione per diffondere il suo messaggio, “Love Forever”, grazie ai suoi pois che rappresentano lei stessa, “un punto perso tra milioni di altri punti”. Borse, scarpe, abiti, accessori Louis Vuitton che Yayoi Kusama ha raccontato nel suo stile unico, unendo colori e trame ormai note in tutto il mondo. 

Anche le vetrine per l’occasione avranno il tocco dell’artista giapponese, tra l’altro essa stessa protagonista, “manichino” in carne ed ossa. 

Louis Vuitton dimostra così ancora una volta la sua grande passione per il mondo dell’arte. Dietro a uno stile inconfondibile, tradizionale e per questo unico, Vuitton ha sempre guardato al mondo contemporaneo e ai suoi fervori artistici con grandissimo interesse.

La collezione di Louis Vuitton e Yayoi Kusama non si è conclusa con gli accessori e i capi di abbigliamento a pois, ma c’è anche una seconda parte che presenta un altro motivo iconico di Kusama: i nervi biomorfici. Il motivo storico Monogram di Louis Vuitton diventa la base su cui l’artista giapponese ha dipinto i suoi motivi naturali e ripetitivi. Le borse della griffe francese si tingono con colori intensi e dall’impatto psichedelico, sono davvero particolari e ci dimostrano come basti giocare con proporzioni, colori e densità per avere accessori assolutamente unici e glamour.

#SPEEDY MONOGRAM TOWN 

La Speedy Monogram Town è una borsa must have che Yayoi Kusama ha impreziosito con la decorazione con i nervi biomorfici, un accessorio originale e versatile, perfetto per tutte le donne. E’ disponibile in rosso, blu, giallo, verde e bianco ed il prezzo è di 800,00 euro.


#NEVERFULL MONOGRAM WAVES

Molto affascinante anche la nuova reinterpretazione della Neverfull MM in Monogram Waves, una delle borse preferite dalle fashioniste che in questa raggiante versione è ancora più bella. E’ disponibile in rosso, giallo e bianco e sarà vostra al prezzo di 900,00 euro.


#PAPILLON MONOGRAM PUMPKIN

Colori vivaci e design stiloso per la Papillon bag, un modello urban e versatile decorato con il motivo Monogram Pumpkin Dots Yayoi Kusama, presenta i manici lunghi e la chiusura con la zip. Questa bag è disponibile in rosso, bianco e giallo e costa 1000,00 euro.


#KEEPALL MONOGRAM PUMPKIN

La Keepall Bandoulière 55 è una borsa viaggio glamour e sofisticata, un modello trendy e accattivante che potete acquistare in rosso o in verde, il prezzo è 1510,00 euro.

 

Vi ho fatto venire voglia di avere una borsa Louis Vuitton unica nel suo genere firmata Yayoi Kusama?